Leggere messaggi altrui su WhatsApp

Da quando ho iniziato a pubblicare guide e informazioni su WhatsApp in questo sito, ricevo sempre piu spesso messaggi con domande di questo tipo “vorrei leggere i messaggi WhatsApp di un altro numero, come si fa?”, “è possibile leggere messaggi altrui su WhatsApp?” “come faccio a leggere i messaggi degli altri?” “c’è un modo per guardare i messaggi di un altro telefono o di un altro cellulare?”.

Le persone che vorrebbero leggere di nascosto i tuoi messaggi sono piu di quante tu possa immaginare e se pensi che i dati che scambi con WhatsApp, conversazioni comprese, siano al sicuro, allora ti invito a leggere questo articolo per imparare a proteggerti e capire come fanno alcune persone a leggere le chat degli altri.

Nell’era hi-tech dove l’informatica e la tecnologia riempiono ogni aspetto della tua vita quotidiana, è difficile utilizzare l’aggettivo sicuro per descrivere questo processo. E’ risaputo infatti, come già visto nel corso del tempo, che i protocolli utilizzati per connettersi ad internet e scambiare dati con le altre persone spesso vengono bucati da hacker e malintenzionati, il cui unico scopo è venire a conoscenza di dati sensibili e di informazioni riservate. Molte volte però bisogna fare attenzione anche alle persone che vogliono semplicemente sapere tutto della nostra vita privata e, per fare un esempio, sono tante le persone che ogni giorno cercano informazioni su “come leggere i messaggi di whatsapp della mia ragazza /ragazzo“. Per difendere i propri dati è quindi molto importante conoscere quali sono tutti i metodi che un malintenzionato potrebbe adottare per spiare i tuoi messaggi personali.

Come è possibile leggere messaggi altrui su WhatsApp?

I sistemi per ottenere tutte le conversazioni effettuate da un qualsiasi utente sono molteplici. Dall’utilizzo di sniffer di rete (specialmente WiFi), alla creazione di apposite app che inviano su un server l’archivio delle conversazioni dell’applicazione di messaggistica istantanea o al possesso fisico, seppur per pochi minuti, dello smartphone della vittima.

Senza proporre discorsi troppo articolati, ti presento in questo articolo dei metodi accessibili a tutti per leggere messaggi altrui:

1. Venire in possesso del database delle conversazioni

Tutte le chat che hai sul telefono vengono memorizzate quotidianamente in un file di backup creato dall’applicazione stessa. Questa operazione viene effettuata in automatico ed il file di backup, anche se criptato, può essere aperto da un qualsiasi PC senza grandi difficoltà.

Il malintenzionato recupera quindi il database con le chat, copiando questi file:
/WhatsApp/Databases/msgstore.db
/WhatsApp/Databases/wa.db
/WhatsApp/Databases/msgstore.db.crypt

Questi sono i file che contengono tutte le tue chat, con tanto di file multimediali scambiati con i tuoi amici. Una volta ottenuto uno di questi file, basta scaricare il programma Python (che deve essere installato direttamente sul PC) e Whats App Xtract.

Una volta estratti i file di WhatsApp Xtract ed ottenuto dal dispositivo della vittima il file di backup di Whats App, è sufficiente trascinarlo sul file whatsapp_xtract_drag’n’drop_database(s)_here.bat per veder apparire l’elenco di tutte le conversazioni presenti nel file di backup, con tanto di nome contatto, orario, foto, video e note audio.

spiare messaggi altrui

2. WhatsApp: leggere messaggi altrui cambiando il Mac Address

Un altro metodo molto diffuso in rete per spiare le chat di WhatsApp consiste nel dirottare le conversazioni della vittima su un dispositivo clone che può essere tranquillamente lo smartphone del malintenzionato, semplicemente cambiando l’indirizzo Mac.

Per questa operazione, proprio come per la precedente, è necessario avere accesso anche allo smartphone della vittima. Si procede andando in Impostazioni, seguendo il percorso Info sul dispositivo → Stato → Indirizzo Mac WiFi e copiando l’indirizzo MAC del device.

A questo punto è sufficiente disinstallare in modo temporaneo WhatsApp dal proprio dispositivo e cambiare l’indirizzo MAC del telefono, sostituendolo con quello appena copiato. Per eseguire questa operazione su sistema operativo Android si può utilizzare l’applicazione BusyBox, mentre per il sistema operativo iOS è disponibile l’applicazione WifiSpoof.

Dopo aver sostituito l’indirizzo Mac con quello copiato in precedenza, si conclude il tutto installando nuovamente il programma e scegliendo come numero di telefono quello della vittima. Dal telefono della vittima, che deve essere ancora in possesso del malintenzionato, bisognare leggere il codice di conferma del numero ricevuto ed inserirlo sullo smartphone clone, sul quale saranno dirottati tutti i messaggi.

Adesso basta ripristinare le conversazioni dal backup presente sul server di What App, quando l’applicazione lo richiede. Da questo momento in poi il servizio di messaggistica istantanea crederà di star eseguendo l’applicazione dal telefono della vittima e non da quello del malintenzionato.

Una volta terminata l’attività di spionaggio è utile ripristinare il Mac Address del dispositivo clone. La vittima non avrà alcun dubbio su quello che è successo.

Per evitare di essere spiato e di consentire a malintenzionati l’accesso a tutte le tue conversazioni, l’unica soluzione consiste nel non lasciare mai il telefono incustodito e proteggerne l’accesso con una password difficile da scoprire.

Aggiornerò questo articolo non appena verrò a conoscenza di altri metodi funzionanti


In evidenza
imessage

Le 5 differenze tra WhatsApp e Facebook Messenger

Almeno 2 non le sai, scommettiamo? Clicca sul titolo per leggerle qui su FedeMarkez

Chiudi