Quanto si paga WhatsApp

WhatsApp è l’app di messaggistica istantanea più famosa e più utilizzata in tutto il mondo: ha superato infatti i 600 milioni di utenti attivi che scambiano numerosi messaggi, file multimediali e note audio.

Una domanda frequente tra chi non ha ancora installato il programma ma anche tra chi lo possiede è: quanto si paga WhatsApp?

Scopriamolo subito. Se non l’hai mai utilizzato puoi installarlo gratuitamente ed usufruire a costo zero delle sue funzionalità per il primo anno poiché viene considerato come periodo di prova. Non c’è costo per l’attivazione di Whatsapp. Al termine dei primi dodici mesi di utilizzo è necessario che tu rinnovi l’iscrizione pagando il canone annuo.

WhatsApp ha un costo dopo un anno ma non è esagerato. Quanto si paga? Si parla di appena 0,89 € all’anno ed esistono anche altri piani che hanno una durata di 3 o 5 anni che ti fanno risparmiare ancora di più sul costo annuale di WhatsApp. Analizzando gli abbonamenti in dettaglio, puoi apprendere che il prezzo per tre anni è di € 2,40, pari ad un risparmio del 10% rispetto al costo annuale pagato per tre anni di seguito, mentre per 5 anni è di € 3,34, risparmiando il 25% rispetto alla base annuale. Ora sai quanto costa WhatsApp e il suo costo abbonamento annuale.

quanto si paga whatsapp

Qualche mese fa si è parlato di un probabile abbonamento WhatsApp dal costo mensile: secondo la notizia circolata in rete il team di sviluppo avrebbe dovuto attivare in breve tempo un sistema di pagamento mensile e gli utenti avrebbero dovuto sborsare un canone di € 0,78 al mese per l’utilizzo della versione completa dell’applicazione. Dopo pochissimo tempo la notizia si è rivelata una bufala: l’app non prevede, almeno per ora, alcun costo mensile, ma il sistema di pagamento è organizzato su base annuale.

Un’altra domanda molto frequente è quella relativa a WhatsApp costo sms. E’ fondamentale che tu sappia che non è previsto alcun costo a messaggio WhatsApp, così come è completamente gratuito l’invio di file multimediali ai propri contatti. L’applicazione sfrutta infatti Internet ed il costo connessione è quello del tuo piano tariffario. Devi solo fare attenzione quando viaggi all’estero perché potrebbero cambiare la spesa per connettersi alla rete.

Il traffico dati dipende dal tipo di contenuti che invii tramite questa applicazione: i classici sms non influiscono molto sul traffico dati messo a disposizione dal tuo abbonamento, mentre il discorso è diverso per la condivisione di file multimediali. In ogni caso, sfruttando una rete WiFi è possibile ovviare al problema e condividere qualunque tipo di file senza consumare MB preziosi.

Come si paga WhatsApp? Il programma si può pagare con carta di credito oppure direttamente con il credito telefonico. Si può godere di quest’ultima opportunità solo se il tuo operatore di telefonia mobile ha abilitato il servizio. In questo momento solo Wind dà questa opportunità, puoi far riferimento a questa guida per capire come rinnovare l’app utilizzando il credito telefonico.


In evidenza
imessage

Le 5 differenze tra WhatsApp e Facebook Messenger

Almeno 2 non le sai, scommettiamo? Clicca sul titolo per leggerle qui su FedeMarkez

Chiudi